10Aprile

SERIE C1 PROMOZIONE: PAVIA 5 - NOVARA 50

Sole e kilorugby.

A turbare i sonni del mago di Bucarest sono le assenze di Cotroneo, Bottero, Fioretto, Vicari e , Cerutti e le precarie condizioni di Tonelli e Buoso , afflitti dalla pubalgia, comunque messi tra i primi XV assieme alla prima linea alta composta da Loretti II , Vientsov e Quadraro , oggi capitano, Loretti I e Condrut in seconda, Loretti III e Guiglielmi . Solito duo in regia Loddo e Vacaru jr. con il ritorno ai centri di Stofella e Familiari , ala Quirino e lord Sormani a estremo from England. Giornata di sole caldo , ma le squadre partono a razzo con la voglia di giocare. E’ il Novara a farsi subito pericoloso : un insistente attacco porta gli azzurri in zona punti , ma Buoso non riesce a concludere su passaggio non proprio preciso di Quadraro che forse avrebbe fatto meglio a correre. Poco dopo il Novara perde possesso palla su tenuto di Nani Loretti (saranno ben 4 a fine partita , tre dei quali della nostra terza linea) e la difesa rifiata. Intanto la mischia ordinata comincia a fare la voce grossa , mentre in rimessa laterale le cose si bilanciano. Sormani dimostra di essere in palla recuperando palloni e contrattaccando efficacemente . Una palla banalmente persa in attacco innesca la replica pavese che solo la stoica difesa di Buoso a ridosso della linea di meta consente il recupero palla e il calcio di liberazione di Familiari. Al 9’ il Novara sblocca il risultato : rimessa laterale sui 10 metri in campo pavese , maul e avanzamento guidato da “faina “ Loddo che riparte a sorpresa dal lato chiuso bruciando due avversari e andando in meta. Due minuti e doppietta: un giocatore del Pavia calcia addosso a Nani Loretti . Il pallone, contrato, rotola in campo avverso e la gara di velocità a tre sui 40 metri che vede protagonisti lo stesso Loretti , un avversario e Quirino , premia lo spunto di quest’ultimo che arpiona il pallone e segna. Vacaru jr. trasforma. Nella fase centrale del match il Pavia si fa pericoloso con un break su buco lasciato da Familiari , ma recuperato da Sormani , mentre il Novara picchia sodo con gli avanti , ma non riesce a trovare soluzioni valide al largo, nonostante l’ottima regia di Vacaru jr . preciso nella gestione al piede e bravo nelle aperture. Evidentemente il pack deve martellare di più per rendere malleabile il ferro pavese. Ciò si verifica al 25’ dopo che Familiari deve lasciare il campo per una botta al fondoschiena subita per un duro placcaggio . Entra Hajmeli e la rimessa laterale ottenuta da calcio di punizione diventa la rampa per la cassaforte novarese conclusa in meta da Fabio Loretti , trasformata da Vacaru jr. Ancora 6 minuti in cui la mischia ordinata suona la rumba e Tonelli balla la samba ed arriva la meta del bonus che chiude di fatto il match. Proprio Tonelli riparte dalla mischia , seguito a ruota da Guglielmi che guadagna spazio. Ruck e palla ancora sul lato chiuso a Tonelli medesimo che di prepotenza rompe due placcaggi e segna in mezzo ai pali regalando un calcio facile a Vacaru. La meta segnata al 35’ dai padroni di casa è un giusto premio per la prova generosa e per l’attitudine al gioco , anche se nata da un calcio di punizione regalato per un pasticcio novarese. Touche vinta , palla fuori , un paio di placcaggi non proprio da manuale e pigro riposizionamento difensivo che consente un comodo sovrannumero al largo e meta. Pronta la replica a fil di sirena di Luca Loretti che al 40’ è il finisseur dell’ennesima combinazione perfetta dell’asse Tonelli, /Guglielmi in ripartenza da mischia ordinata. Il riciclo di quest’ultimo smarca l’accorrente Loretti I che tergiversa inutilmente per fare a capoccia con l’ultimo avversario prima di schiacciare in meta. Vacaru chiude il tempo sul 31 – 5.

Vacuru sr. cambia Nani Loretti con Bellantone e Tonelli con Fadda. Il caldo incide non poco sulla tenuta delle squadre . Soprattutto in sofferenza la nostra iperchilocalorica prima linea che agisce senza cambi , ma non molla. Al 6’ Luca Loretti fa doppietta : touche ridotta vinta a due mani , Guglielmi trova il break , ruck veloce per Loretti che trova il varco giusto e schiaccia l’ovale . Vacaru jr. ancora a referto per il 38 – 5. La partita è piacevole , nonostante il caldo le squadre manovrano e propongono buoni spunti. Se da una parte fanno male le maul avanzanti e i break di forza di Guglielmi e dei Loretti tra gli avanti e di Hajmeli , centro poco mobile , ma efficace in linea diretta, dall’altra si apprezza la validità delle iniziative portate dall’asse 9 -10 e 12 che arrecano qualche grattacapo alla retroguardia novarese. Sormani vigila , salva e contrattacca da manuale trovando sostegno il Luca Loretti che però proprio sul più bello commette uno sciagurato avanti. Al 21’ meta di Stofella che prima contra un calcio , lo recupera e smista . Pallone a Loddo , generoso a Luca Loretti che viene stoppato vicino a meta. Un po’ di parapiglia , poi maul avanzante da cui spunta Stofella , palla in mano e meta. Vacaru trasforma. E’ il momento di altri cambi e di un water break. Spazio a Mazza per Buoso , a Cravini per Loddo e Udawala per l’ottimo Sormani , mentre il popolare Carlo G. Colombo rileva Condrut. Dopo alcuni minuti in cui le squadre tirano un po’ a campare , il finale è ancora divertente perché il Pavia cerca un’ultima meta e il Novara non ne vuole sapere . L’ottimo arbitro lascia giocare e ne nasce un divertente gioco rotto anche se un po’ garibaldino con qualche gesto tecnico un po’ naif , un po’ di foot ball e qualche scelta un po’ azzardata. Infatti il Pavia cerca di partire dai propri 22 metri , ma trova ancora l’arcigna difesa novarese che argina e al 40’ recupera palla , avanza , imposta una ruck che Cravini smista al largo a Quirino, due su uno comodo, palla a Vientsov , parcheggiato all’ala, che in apnea e in moviola deposita i suoi 130 chili sopra la palla in area di meta. Un premio al singolo , ma anche al reparto che oggi ha fatto qualità e gli straordinari.

A tre partite dal termine il traguardo è sempre più vicino . Obbiettivo ? Vincerle tutte e tre per scrivere un’altra bella pagina della storia del nostro Club, anche se una sola vittoria può bastare per la matematica e speriamo che sia quella di domenica 23 a Savona.

Detto della prima linea in versione super , di un ottimo Stofella nei tre quarti e della buona regia di Vacaru jr. , man of the match a Guglielmi ball carrier di qualità , ottimo placcatore , puntuale sostegno di Tonelli e Loretti III nel reparto.

 

 

Stefano Paracchini